BITCOIN IN ITALIANO

BLOG


Bitcoin, Non Blockchain

Traduzione dell'originale di Parker Lewis - Pubblicato il 06 set 2019

Hai mai sentito un amico che ritieni intelligente dire che non è sicuro del bitcoin ma crede nella tecnologia blockchain? È come dire che credi negli aeroplani ma non sei sicuro delle ali; e c'è una buona possibilità che chiunque lo pensi possa non capire neanche. In realtà, bitcoin e la sua blockchain dipendono l'uno dall'altro. Tuttavia, se sei nuovo nel mondo bitcoin, capire come funziona e analizzare il panorama può essere incredibilmente difficile. Francamente, può essere travolgente; vista la complessità e l'enorme volume dei progetti, chi ha il tempo per valutare eventualmente tutto? Esiste infatti un percorso gestibile ma devi sapere da dove iniziare. Sebbene ci siano apparentemente migliaia di criptovalute e iniziative blockchain, ce n'è davvero solo una che conta: bitcoin. Ignora tutto il resto come se non esistesse e prima prova a sviluppare una comprensione del motivo per cui esiste bitcoin e come funziona; questa è la base migliore per poter poi pensare a tutto il resto.

È anche il punto di ingresso più pratico; prenditi il tempo per capire bitcoin e poi usa quella conoscenza per valutare il campo. Non ci sono promesse che arriverete alle stesse conclusioni, ma il più delle volte chi si prende il tempo per capire intuitivamente come e perché bitcoin funziona riconosce più facilmente i difetti insiti nel campo. E anche in caso contrario, iniziare con bitcoin rimane la tua migliore speranza per fare una valutazione informata e indipendente. In definitiva, bitcoin non si tratta di fare soldi e non è uno schema per arricchirsi velocemente; si tratta fondamentalmente di immagazzinare il valore che hai già creato, e nessuno dovrebbe rischiare senza una base di conoscenza richiesta. Nel mondo delle valute digitali, bitcoin ha la più lunga esperienza da valutare e la maggior quantità di risorse per capirlo, motivo per cui bitcoin è lo strumento migliore per imparare.

Per iniziare questo viaggio, prima renditi conto che bitcoin è stato creato per affrontare specificamente un problema che esiste con il denaro moderno. Il fondatore di bitcoin ha deciso di creare un sistema di cassa digitale peer-to-peer senza la necessità di una terza parte di cui fidarsi e una blockchain era una parte fondamentale della soluzione. In pratica, bitcoin (la valuta) e la sua blockchain sono interdipendenti. Uno non esiste senza l'altro; bitcoin ha bisogno della sua blockchain per funzionare e non ci sarebbe una blockchain funzionante senza una valuta nativa (bitcoin) per incentivare adeguatamente le risorse per proteggerla. Questa valuta nativa deve essere praticabile come forma di denaro perché è esclusivamente ciò che paga per la sicurezza e deve avere proprietà monetarie credibili per essere redditizia.

Senza i soldi, non c'è sicurezza e senza la sicurezza, il valore della valuta e l'integrità della catena crollano entrambi. È per questo motivo che una blockchain è utile solo all'interno dell'applicazione del denaro e il denaro non cresce magicamente sugli alberi. Sì, è così semplice. Una blockchain è utile solo per una cosa, eliminare la necessità di una terza parte di cui fidarsi che funzioni solo nel contesto del denaro. Una blockchain non può imporre nulla che esista al di fuori della rete. Sebbene una blockchain sembrerebbe essere in grado di tracciare la proprietà al di fuori della rete, può solo imporre la proprietà della valuta che è nativa della sua rete. Bitcoin tiene traccia della proprietà e impone la proprietà. Se una blockchain non può fare entrambe le cose, tutti i record che conserva saranno intrinsecamente insicuri e alla fine soggetti a modifiche. In questo senso, l'immutabilità non è un tratto intrinseco di una blockchain ma, invece, una proprietà emergente. E se una blockchain non è immutabile, la sua valuta non sarà mai praticabile come forma di denaro perché il trasferimento e il regolamento finale non saranno mai possibili in modo affidabile. Senza un regolamento finale affidabile, un sistema monetario non è funzionale e non attirerà liquidità.

In definitiva, i sistemi monetari convergono su un mezzoperché la loro utilità è la liquidità piuttosto che il consumo o la produzione. E la liquidità si consolida attorno alla riserva di valore più sicura e a lungo termine; sarebbe irrazionale immagazzinare la ricchezza in una rete monetaria meno sicura e meno liquida se una rete più sicura e più liquida esistesse come opzione raggiungibile. L'implicazione aggregata è che solo una blockchain è praticabile e alla fine necessaria. Ogni altra criptovaluta è in competizione per lo stesso caso d'uso del bitcoin, quello del denaro; alcuni se ne rendono conto mentre altri no, ma il valore continua a consolidarsi attorno a bitcoin perché è la blockchain più sicura per ordini di grandezza e tutti competono per lo stesso caso d'uso. La comprensione di questi concetti è fondamentale per bitcoin e fornisce anche una base di base per quindi considerare e valutare il rumore oltre il bitcoin. Con una conoscenza di base di come funziona effettivamente bitcoin, diventa chiaro perché non esiste blockchain senza bitcoin.

La blockchain non c'è

Spesso, il registro delle transazioni di bitcoin è pensato come una blockchain pubblica che vive da qualche parte nel cloud come una piazza pubblica digitale in cui tutte le transazioni sono aggregate. Tuttavia, non esiste una fonte centrale di verità; non ci sono oracoli e non esiste una blockchain pubblica centrale a cui tutti impegnano in modo indipendente le transazioni. Invece, ogni partecipante all'interno della rete costruisce e mantiene la propria versione indipendente della blockchain basata su un insieme comune di regole; nessuno si fida di nessuno e tutti convalidano tutto. Tutti sono in grado di arrivare alla stessa versione della verità senza doversi fidare di nessun altro. Questo è il fulcro del modo in cui bitcoin risolve il problema della rimozione di intermediari di terze parti da un sistema di cassa digitale.

Ogni partecipante che esegue un nodo all'interno della rete bitcoin verifica in modo indipendente ogni transazione e ogni blocco; in questo modo, ogni nodo aggrega la propria versione indipendente della blockchain. Il consenso viene raggiunto attraverso la rete perché ogni nodo convalida ogni transazione (e ogni blocco) sulla base di un insieme di regole fondamentali (e la catena più lunga vince). Se un nodo trasmette una transazione o un blocco che non segue le regole di consenso, altri nodi lo rifiuteranno come non valido. È attraverso questa funzione che bitcoin è in grado di smaltire la necessità di una terza parte centrale; la rete converge sullo stesso stato coerente della catena senza che nessuno si fidi di altre parti. Tuttavia, la valuta gioca un ruolo fondamentale nel coordinare il meccanismo di consenso del bitcoin e nell'ordinare i blocchi che alla fine rappresentano la cronologia completa e valida delle transazioni di bitcoin (o la sua blockchain).

Le basi di bitcoin: blocchi e mining

Pensa a un blocco come a un set di dati che collega il passato al presente. Tecnicamente, i singoli blocchi registrano le modifiche allo stato generale di proprietà dei bitcoin entro un determinato intervallo di tempo. In aggregato, i blocchi registrano l'intera cronologia delle transazioni bitcoin e la proprietà di tutti i bitcoin in qualsiasi momento. Solo le modifiche allo stato vengono registrate in ogni blocco che passa. Il modo in cui i blocchi vengono costruiti, risolti e convalidati è fondamentale per il processo di consenso della rete e garantisce anche che bitcoin mantenga un'offerta fissa (21 milioni). I minatori competono per costruire e risolvere blocchi che vengono poi proposti al resto della rete per l'accettazione. Per semplificare, pensa alla funzione di mining come a un processo continuo di convalida della cronologia e di cancellazione delle transazioni bitcoin in sospeso; con ogni blocco, i minatori aggiungono una nuova cronologia delle transazioni alla blockchain e convalidano l'intera cronologia della catena. È attraverso questo processo che i minatori proteggono la rete; tuttavia, tutti i nodi della rete controllano quindi la validità del lavoro svolto dai miner, assicurando che il consenso della rete venga applicato. Più tecnicamente, i minatori costruiscono blocchi che rappresentano set di dati che includono tre elementi critici (ancora una volta semplificando):

  1. Riferimento al blocco precedente → convalida l'intera cronologia della catena
  2. Transazioni Bitcoin → cancella le transazioni in sospeso (modifiche allo stato di proprietà)
  3. Transazione Coinbase + commissioni → compensazione ai miner per la protezione della rete

Per risolvere i blocchi, i minatori eseguono quella che è nota come funzione di prova del lavoro spendendo risorse energetiche. Affinché i blocchi siano validi, tutti gli ingressi devono essere validi e ogni blocco deve soddisfare l'attuale difficoltà di rete. Per soddisfare la difficoltà della rete, un valore casuale (indicato come nonce) viene aggiunto a ciascun blocco e quindi il set di dati combinato viene eseguito tramite l'algoritmo di hashing crittografico di bitcoin (SHA-256); l'output (o hash) risultante deve raggiungere la difficoltà della rete per essere valido. Pensa a questo come a una semplice funzione di ipotesi e verifica, ma probabilisticamente, trilioni di valori casuali devono essere indovinati e controllati per creare una prova valida per ogni blocco proposto. L'aggiunta di un nonce casuale può sembrare estranea. Ma è questa funzione che costringe i minatori a spendere significative risorse energetiche per risolvere un blocco, il che alla fine rende la rete più sicura rendendola estremamente costosa da attaccare.

L'aggiunta di un nonce casuale a un blocco proposto, che è un insieme di dati altrimenti statico, fa sì che ogni output (o hash) risultante sia unico; con ogni diverso nonce controllato, l'output risultante ha una altrettanto piccola possibilità di raggiungere la difficoltà di rete (cioè rappresentare una prova valida). Sebbene venga spesso definito un problema matematico altamente complicato, in realtà è difficile solo perché una dimostrazione valida richiede di indovinare e controllare trilioni di possibili soluzioni. Non ci sono scorciatoie; l'energia deve essere spesa. Una prova valida è facile da verificare da altri nodi ma impossibile da risolvere senza spendere enormi quantità di risorse; man mano che più risorse minerarie vengono aggiunte alla rete, la difficoltà della rete aumenta, richiedendo più input da controllare e più risorse energetiche da spendere per risolvere ogni blocco. Essenzialmente, c'è un costo materiale per i minatori nella risoluzione dei blocchi, ma tutti gli altri nodi possono quindi convalidare il lavoro molto facilmente e praticamente senza alcun costo.

In aggregato, la struttura degli incentivi consente alla rete di raggiungere il consenso. I miner devono sostenere costi iniziali significativi per proteggere la rete, ma vengono pagati solo se viene prodotto un lavoro valido; e il resto della rete può determinare immediatamente se il lavoro è valido o meno sulla base di regole di consenso senza incorrere in costi. Sebbene ci siano una serie di regole di consenso, se qualsiasi transazione in sospeso in un blocco non è valida, l'intero blocco non è valido. Affinché una transazione sia valida, deve aver avuto origine da un precedente blocco bitcoin valido e non può essere un duplicato di una transazione spesa in precedenza; separatamente, ogni blocco deve costruire la versione più aggiornata della cronologia per essere valido e deve includere anche una transazione coinbase valida. Una transazione coinbase premia i minatori con bitcoin di nuova emissione in cambio della protezione della rete, ma è valida solo se il lavoro è valido.

I premi di Coinbase sono regolati da un programma di fornitura predeterminato e attualmente vengono emessi 12,5 nuovi bitcoin in ogni blocco valido; in circa otto mesi, la ricompensa sarà ridotta della metà a 6,25 nuovi bitcoin e ogni 210.000 blocchi (o circa ogni quattro anni), la ricompensa continuerà a essere dimezzata fino a quando non raggiungerà lo zero. Se i miner includono una ricompensa non valida in un blocco proposto, il resto della rete lo rifiuterà come non valido, che è il meccanismo di base che regola una fornitura totale limitata di 21 milioni di bitcoin. Tuttavia, il software da solo non è sufficiente per garantire una fornitura fissa o un registro delle transazioni accurato; gli incentivi economici tengono tutto insieme.

Consenso su base decentralizzata

Perché è così importante? All'interno di una funzione integrata, i minatori convalidano la cronologia, cancellano le transazioni e vengono pagati per la sicurezza su base affidabile; l'integrità dell'offerta fissa di bitcoin è incorporata nella sua funzione di sicurezza e, poiché il resto della rete convalida in modo indipendente il lavoro, è possibile raggiungere il consenso su base decentralizzata. Se un minatore completa un lavoro valido, può fare affidamento sul fatto che verrà pagato senza fiducia. Al contrario, se un minatore completa un lavoro non valido, il resto della rete applica le regole, essenzialmente trattenendo il pagamento fino al completamento di un lavoro valido. E l'offerta di valuta diventa valida; se un miner vuole essere pagato, deve anche imporre l'offerta fissa di valuta, allineando ulteriormente l'intera rete. La struttura degli incentivi della moneta è così forte che tutti sono costretti ad aderire alle regole, che è il principale facilitatore del consenso decentralizzato.

Se un miner risolve e propone un blocco non valido, in particolare uno che include transazioni non valide o una ricompensa coinbase non valida, il resto della rete lo rifiuterà come non valido. Separatamente, se un minatore costruisce una versione della storia che non rappresenta la catena più lunga con la più grande prova di lavoro, anche qualsiasi blocco proposto sarebbe considerato non valido. In sostanza, non appena un minatore vede un nuovo blocco valido proposto nella rete, deve immediatamente iniziare a lavorare su quel blocco o rischiare di rimanere indietro e di eseguire lavori non validi a un costo irrecuperabile. Di conseguenza, in entrambi gli scenari, se un minatore producesse un lavoro non valido, incorrerebbe in costi reali ma non sarebbe compensato nulla in cambio.

Attraverso questo meccanismo, i minatori sono incentivati al massimo a produrre un lavoro onesto e valido ea lavorare sempre nel consenso della catena; può essere pagato o non ricevere nulla. Questo è anche il motivo per cui maggiore è il costo per eseguire il lavoro, più sicura diventa la rete. Maggiore è l'energia richiesta per scrivere o riscrivere la cronologia delle transazioni di bitcoin, minore è la probabilità che un singolo minatore possa (o vorrebbe) minare la rete. L'incentivo a cooperare aumenta man mano che diventa più costoso produrre un lavoro che altrimenti sarebbe considerato non valido dal resto della rete. Con l'aumentare della sicurezza della rete, bitcoin diventa più prezioso. All'aumentare del valore del bitcoin e all'aumentare dei costi per risolvere i blocchi, aumenta l'incentivo a produrre un lavoro valido (più entrate ma più costi) e la penalità per il lavoro non valido diventa più punitiva (niente entrate e più costi).

Poiché tutti i nodi della rete convalidano in modo indipendente i blocchi e poiché i miner sono penalizzati al massimo per il lavoro non valido, la rete è in grado di formare un consenso sullo stato accurato della catena senza fare affidamento su una singola fonte di conoscenza o verità. Nessuno di questo coordinamento decentralizzato sarebbe possibile senza bitcoin, la valuta; tutto ciò che la rete bitcoin deve compensare i minatori in cambio di sicurezza è la sua valuta nativa, sia che sia in gran parte sotto forma di bitcoin di nuova emissione oggi o esclusivamente sotto forma di commissioni di transazione in futuro. Se il compenso pagato ai minatori non fosse ragionevolmente considerato una forma di denaro affidabile, l'incentivo a fare gli investimenti per eseguire il lavoro non esisterebbe.

Il ruolo del denaro in una blockchain

Ricorda da Bitcoin non può essere copiato, se l'utilità primaria (se non unica) di un asset è lo scambio di altri beni e servizi e se non ha diritto al flusso di reddito di un asset produttivo (come un'azione o bond), deve competere come forma di denaro e immagazzinerà valore solo se possiede proprietà monetarie credibili. Bitcoin è una risorsa al portatore e non ha utilità oltre allo scambio di altri beni o servizi. Inoltre, non ha diritto al flusso di reddito di un asset produttivo. In quanto tale, il bitcoin ha valore solo come forma di denaro e ha valore solo perché ha proprietà monetarie credibili (leggi The Bitcoin Standard, capitolo 1). Per definizione, questo è vero per qualsiasi blockchain; tutto ciò che qualsiasi blockchain può offrire in cambio di sicurezza è un asset monetario nativo della rete, senza pretese opponibili al di fuori della rete, motivo per cui una blockchain può essere utile solo in relazione all'applicazione di denaro. Il grafico seguente da The Bitcoin Standard articola questo punto:

Senza una valuta nativa, una blockchain deve fare affidamento sulla fiducia per la sicurezza che elimina la necessità di una blockchain in primo luogo. In pratica, la funzione di sicurezza del bitcoin (mining), che protegge la validità della catena su base trustless, richiede un significativo investimento di capitale iniziale oltre a un costo marginale elevato (consumo di energia). Per recuperare quell'investimento e un tasso di rendimento in futuro, il pagamento sotto forma di bitcoin deve più che compensare i costi aggregati, altrimenti gli investimenti non verrebbero effettuati. In sostanza, ciò che i miner sono pagati per proteggere (bitcoin) deve essere una forma di denaro affidabile al fine di incentivare gli investimenti in sicurezza in primo luogo.

Questo è fondamentale anche per la struttura incentivante che allinea la rete; i miner hanno un incentivo intrinseco a non minare la rete perché minerebbe direttamente il valore della valuta in cui i miner vengono compensati. Se il bitcoin non fosse valutato come denaro, non ci sarebbero minatori e senza minatori non ci sarebbe nessuna catena che valesse la pena proteggere. La validità della catena è in definitiva ciò che i minatori sono pagati per proteggere; se la rete non potesse ragionevolmente giungere a un consenso e se la proprietà fosse soggetta a modifiche, nessuno potrebbe ragionevolmente fare affidamento su bitcoin come meccanismo di trasferimento di valore. Il valore della valuta alla fine protegge la catena e l'immutabilità della catena è fondamentale per la valuta che ha valore. È una relazione intrinsecamente auto-rinforzante.

L'immutabilità è una proprietà emergente

L'immutabilità è una proprietà emergente in bitcoin, non un tratto di una blockchain. Una rete monetaria globale e decentralizzata senza autorità centrale non potrebbe funzionare senza un registro immutabile (cioè se la storia della blockchain fosse insicura e soggetta a modifiche). Se il regolamento dell'unità di valore (bitcoin) non potesse essere considerato in modo affidabile come definitivo, nessuno scambierebbe ragionevolmente il valore del mondo reale in cambio. Ad esempio, si consideri uno scenario in cui una parte ha acquistato un'auto da un'altra in cambio di bitcoin. Assumi il titolo per i trasferimenti di auto e l'individuo che ha acquistato l'auto prende possesso fisico. Se il record di proprietà di bitcoin potesse essere facilmente riscritto o alterato (cioè cambiando la storia della blockchain), la parte che originariamente ha trasferito il bitcoin in cambio dell'auto potrebbe finire in possesso sia del bitcoin che dell'auto, mentre il l'altra parte potrebbe finire con nessuno dei due. Questo è il motivo per cui l'immutabilità e il regolamento finale sono fondamentali per la funzione di bitcoin.

Ricorda che bitcoin non ha alcuna conoscenza del mondo esterno; tutto ciò che bitcoin sa fare è emettere e convalidare la valuta (se un bitcoin è un bitcoin). Bitcoin non è in grado di imporre nulla che esiste al di fuori della rete (né lo è alcuna blockchain); è un sistema completamente autonomo e la rete bitcoin può convalidare solo un lato di un trasferimento di valore bilaterale. Se i trasferimenti di bitcoin non potessero essere considerati in modo affidabile come definitivi, sarebbe funzionalmente impossibile scambiare qualcosa di valore in cambio di bitcoin. Questo è il motivo per cui l'immutabilità della blockchain di bitcoin è indissolubilmente legata al valore del bitcoin come valuta. Il regolamento finale in bitcoin è possibile ma solo perché il suo libro mastro è attendibilmente immutabile. E il suo libro mastro è attendibilmente immutabile solo perché la sua valuta è preziosa. Più prezioso diventa il bitcoin, maggiore è la sicurezza che può permettersi; maggiore è la sicurezza, più affidabile e affidabile è il libro mastro.

In definitiva, l'immutabilità è una proprietà emergente, ma dipende da altre proprietà di rete emergenti. Man mano che il bitcoin diventa più decentralizzato, diventa sempre più difficile alterare le regole di consenso della rete e sempre più difficile invalidare o impedire transazioni altrimenti valide (spesso denominate resistenza alla censura). Man mano che bitcoin si dimostra sempre più resistente alla censura, cresce la fiducia nella rete, il che ne alimenta l'adozione, che decentralizza ulteriormente la rete, compresa la sua funzione di mining. In sostanza, bitcoin diventa più decentralizzato e più resistente alla censura man mano che cresce, il che rafforza l'immutabilità della sua blockchain. Diventa sempre più difficile cambiare la storia della blockchain perché ogni partecipante rappresenta gradualmente una quota sempre più piccola della rete; indipendentemente da quanto la proprietà della rete e il mining possano essere concentrati in qualsiasi momento nel tempo, entrambi si decentralizzano nel tempo fintanto che il valore aumenta, il che fa sì che bitcoin diventi sempre più immutabile.

Bitcoin, non blockchain

Questa struttura di incentivi multidimensionale è complicata ma è fondamentale per capire come funziona bitcoin e perché bitcoin e la sua blockchain sono dipendenti l'uno dall'altro. Perché ognuno è uno strumento che fa affidamento sull'altro. Senza uno, l'altro è effettivamente privo di significato. E questa relazione simbiotica funziona solo per soldi. Il bitcoin come bene economico ha valore solo come forma di denaro perché non ha altra utilità. Questo è vero per qualsiasi risorsa nativa di una blockchain. L'unico valore che bitcoin può fornire alla fine è attraverso lo scambio presente o futuro. E la rete è in grado di svolgere solo una singola funzione aggregata: convalidare se un bitcoin è un bitcoin e registrare la proprietà.

La rete bitcoin è un circuito chiuso e un sistema completamente indipendente; la sua unica connessione con il mondo fisico è attraverso la sua funzione di sicurezza e pulizia. La blockchain mantiene un record di proprietà e la valuta viene utilizzata per pagare la sicurezza di tali record. È attraverso la funzione della sua valuta che la rete può permettersi un livello di sicurezza per garantire l'immutabilità della blockchain, che consente ai partecipanti alla rete di raggiungere più facilmente e coerentemente il consenso senza la necessità di fiducia in terze parti. L'effetto cumulativo è un sistema monetario decentralizzato e senza fiducia con un'offerta fissa di portata globale e accessibile senza autorizzazione.

Ogni altra valuta fiat, moneta delle materie prime o criptovaluta è in competizione per lo stesso identico caso d'uso del bitcoin, che sia compreso o meno, ei sistemi monetari tendono a un unico mezzo perché la loro utilità è la liquidità piuttosto che il consumo o la produzione. Quando si valutano le reti monetarie, sarebbe irrazionale immagazzinare valore in una rete più piccola, meno liquida e meno sicura se una rete più grande, più liquida e più sicura esistesse come opzione raggiungibile. Bitcoin è prezioso, non per una caratteristica particolare, ma piuttosto perché ha raggiunto una scarsità digitale limitata. Questa è la spina dorsale del motivo per cui bitcoin è sicuro come rete monetaria ed è una proprietà che dipende da molte altre proprietà emergenti.

Una blockchain d'altra parte è semplicemente un'invenzione nativa di bitcoin che consente la rimozione di terze parti fidate. Non serve ad altro scopo. È prezioso in bitcoin solo come pezzo di un puzzle più grande e sarebbe inutile se non funzionasse di concerto con la valuta. L'integrità della scarsità di bitcoin e l'immutabilità della sua blockchain dipendono in ultima analisi dal valore della valuta stessa. La fiducia nella funzione aggregata guida l'adozione incrementale e la liquidità che rafforza e rafforza il valore della rete bitcoin nel suo complesso. Quando le persone optano per bitcoin, allo stesso tempo rinunciano a reti monetarie inferiori. Questo è fondamentalmente il motivo per cui le proprietà emergenti in bitcoin sono quasi impossibili da replicare e perché le sue proprietà monetarie diventano più forti nel tempo (e con una scala maggiore), mentre anche a scapito diretto di reti monetarie inferiori.

"Non credo che avremo mai più un buon denaro prima di togliere la cosa dalle mani del governo, cioè, non possiamo toglierla violentemente dalle mani del governo, tutto ciò che possiamo fare è inventare un modo furbo e indiretto per introdurre qualcosa che non possano fermare. "
- F. A. Hayek

In definitiva, una blockchain è utile solo nell'applicazione del denaro perché dipende da una valuta nativa per la sicurezza. Bitcoin rappresenta la blockchain più sicura per ordini di grandezza. Poiché tutti gli altri blockchain competono per lo stesso caso d'uso fondamentale del denaro e poiché gli effetti di rete di bitcoin continuano solo ad aumentare il suo vantaggio in termini di sicurezza e liquidità sul campo, nessun'altra valuta digitale può competere con bitcoin. La liquidità genera liquidità e i sistemi monetari tendono a un mezzo come funzione derivata. La sicurezza e la liquidità di Bitcoin hanno reso obsolete tutte le altre criptovalute prima di lasciare i cancelli proverbiali. Trovami una criptovaluta che si avvicini al bitcoin relativamente alla sicurezza, alla liquidità o alla credibilità delle sue proprietà monetarie e ti troverò un unicorno.

La vera concorrenza per bitcoin è e rimarrà la rete monetarie legacy, principalmente dollaro, euro, yen e oro. Pensa al bitcoin relativo a queste risorse monetarie legacy come parte della tua educazione. Bitcoin non esiste nel vuoto; rappresenta una scelta relativa ad altre forme di denaro. Valutalo in base ai punti di forza relativi delle sue proprietà monetarie e una volta stabilita una linea di base tra bitcoin e i sistemi legacy, questo fornirà una solida base per valutare più facilmente qualsiasi altro progetto correlato alla blockchain.

Per saperne di più, suggerisco di leggere The Bitcoin Standard (Saifedean Ammous), Inventing Bitcoin (Yan Pritzker) e Mastering Bitcoin (Andreas Antonopolous), probabilmente in quest'ordine.

- Parker Lewis