BITCOIN IN ITALIANO

BLOG


Economia di Bitcoin come rete di pagamento

Traduzione dell'originale di Saifedean Ammous - Pubblicato il 19 mag 2017
grazie a @Wastedtime per l'opera di traduzione

Mentre la popolarità di Bitcoin continua ad aumentare, aumentano anche le sue commissioni di transazione, portando al consueto coro di sventura e pessimismo da parte di coloro che sono ancora bloccati nella fase 1 di gestione del dolore di Bitcoin. Con commissioni di transazione medie superiori a 2$, le Cassandre ci assicurano che Bitcoin è condannato, perché nessuno vuole pagare 2$ per effettuare un pagamento, quando le carte di credito, PayPal e molte altre opzioni addebitano costi di transazione molto inferiori.

Il problema qui, come al solito, non è con Bitcoin, ma con l'incomprensione delle persone su che cos’è Bitcoin, e il primo indizio può essere trovato nel prezzo alle stelle: se Bitcoin è così condannato, perché le persone lo stanno ancora comprando? La risposta è che il valore di Bitcoin non consiste nel permettere ai piccoli consumatori di fare acquisti ma nella possibilità di effettuare pagamenti di importo rilevante, in particolare oltre confine. I pagamenti di persona, per piccoli importi, possono essere effettuati con un'ampia varietà di opzioni: contanti, baratto, favori, carte di credito, assegni bancari e così via. I pagamenti globali indirizzati a tutto il mondo, tuttavia, sono una storia molto diversa.

Ci sono solo poche valute accettate per il pagamento in tutto il mondo, vale a dire: il dollaro USA, l'Euro, l'oro e gli SDR del FMI. La stragrande maggioranza dei pagamenti internazionali è denominata in una di queste valute, con solo una piccola percentuale condivisa da poche altre valute principali. Effettuare trasferimenti in queste valute per importi di migliaia di dollari a livello internazionale, normalmente costa dozzine di dollari e li rende soggetti a un esame forense invasivo da parte delle istituzioni finanziarie. Rispetto a queste transazioni, le commissioni di transazione di Bitcoin di 2$ sono ancora un vero affare.

Tuttavia, il volume di questi flussi internazionali è molto più grande di quello che la blockchain di Bitcoin può gestire, e se più pagamenti di questo tipo verranno effettuati con Bitcoin, le commissioni aumenteranno per limitarne la domanda. Ciò non implicherebbe comunque una condanna per il destino di Bitcoin perché l'invio di questi pagamenti individuali non rappresenta il limite delle capacità di Bitcoin stesso.

Bitcoin è denaro privo di rischi di controparte e la sua rete può offrire transazioni di pagamenti di grandi volumi in pochi minuti. Può quindi essere paragonato al più ai pagamenti di regolamento tra banche centrali e grandi istituzioni finanziarie, ma molto più conveniente in quanto infinitamente più economico e più verificabile. L'unica altra forma di denaro nella storia che è esente dal rischio di controparte è l'oro ma il suo trasferimento fisico è incomparabilmente più costoso.

Un interessante esperimento di immaginazione consiste nel considerare la forma di un sistema economico globale costruito attorno all'introduzione di Bitcoin. L'attuale capacità di Bitcoin permette di verificare circa 350.000 transazioni al giorno. Questo numero di transazioni può consentire a una rete globale di 850 banche di avere ciascuna una transazione giornaliera con ogni altra banca sulla rete. (Il numero di connessioni univoche in una rete è uguale a n (n-1) / 2, dove n è il numero di nodi.)

Bitcoin può supportare una rete internazionale di 850 banche centrali in grado di eseguire il regolamento finale giornaliero tra loro. Una tale rete avrebbe due principali vantaggi rispetto all'attuale rete di banche centrali: in primo luogo, la finalità del regolamento in Bitcoin non si basa su alcuna controparte e non richiede che una singola banca sia l'arbitro de facto, rendendolo ideale per una rete di pari (peers) globali, piuttosto che un ordine centralizzato egemonico globale. In secondo luogo, la rete Bitcoin si basa su una forma di denaro la cui offerta non può essere manipolata da nessuna banca partecipante, rendendolo una riserva di valore più attraente rispetto alle valute nazionali la cui creazione dal nulla è invece necessaria proprio per aumentarne l’offerta necessaria per finanziare i governi.

In un mondo in cui nessun governo può creare più Bitcoin di quelli previsti, queste banche centrali sarebbero in competizione liberamente tra loro nell'offrire strumenti monetari fisici e digitali supportati da Bitcoin. Senza un prestatore di ultima istanza, la riserva frazionaria diventa un accordo estremamente pericoloso e le uniche banche che sopravviverebbero a lungo termine sarebbero le banche che utilizzassero una moneta sana e onesta e che offrissero strumenti finanziari garantiti al 100% da Bitcoin. Regolerebbero i pagamenti tra i propri clienti fuori dalla blockchain di Bitcoin, quindi eseguirebbero il regolamento giornaliero finale tra loro sulla blockchain.

Attualmente sto scrivendo un libro, disponibile su Amazon qui, che spiega la principale proposta di valore di Bitcoin come moneta sana e onesta e chiarisce il significato di questo concetto nella storia, che supera di gran lunga il significato dei piccoli costi di transazione sui pagamenti dei consumatori. Il denaro sano e onesto è stato un elemento costitutivo necessario delle civiltà umane e la sua fine di solito ha coinciso con il declino della civiltà. Il mondo moderno è stato costruito nel diciannovesimo secolo con denaro sano e onesto, finanziato da investitori con una bassa preferenza temporale generata da un denaro solido. La cultura consumistica della gratificazione istantanea del ventesimo secolo, d'altra parte, era la cultura del denaro fiat continuamente svalutato, che scoraggiava il risparmio e incentivava l'orientamento di un consumo a breve termine.

L'ossessione per i pagamenti dei consumatori nella comunità Bitcoin è una sfortunata reliquia dell'era del denaro fiat. Generazioni che hanno conosciuto solo patate bollenti monetarie che prevedevano che il denaro dovesse essere speso prima di svalutare, sono arrivate a vedere la vita come una ricerca di consumo di massa. In un mondo di soldi sani, le persone continueranno a consumare, ovviamente, perché hanno bisogno di sopravvivere. Ma il consumo avrà un alto costo/opportunità in futuro, poiché il risparmio è destinato ad aumentare. Di conseguenza, il consumo smetterà di essere una parte compulsiva della vita e le persone compreranno cose di cui avranno bisogno e cose destinate a durare a lungo nel tempo. Invece di sprecare i loro soldi in cazzate di plastica di cui non hanno alcun bisogno e in costose dipendenze da zuccheri, le persone saranno incentivate a risparmiarli per il futuro e, guardandoli apprezzarsi, raggiungeranno l'indipendenza finanziaria.

Il numero di transazioni in un'economia Bitcoin può ancora essere grande come lo è oggi, ma il regolamento di queste transazioni non avverrà nel libro mastro di Bitcoin, la cui immutabilità e trustlessness è troppo preziosa per i pagamenti dei singoli consumatori. La realtà è che l'acquisto di un caffè non richiede il livello di sicurezza e trustlessness che offre Bitcoin; può essere più che adeguatamente gestito da soluzioni di secondo livello denominate in Bitcoin. Usare Bitcoin per gli acquisti dei consumatori è come guidare un Concorde per la strada per andare a fare la spesa: uno spreco incredibilmente costoso di uno strumento sorprendente. I pagamenti ai consumatori sono un problema ingegneristico relativamente banale che il moderno sistema bancario ha ampiamente risolto con varie forme di accordi di debito e credito. Quali che siano i limiti delle attuali soluzioni di pagamento, trarranno enormi benefici dall'introduzione della concorrenza del libero mercato nel campo delle banche e dei pagamenti, l'industria più sclerotica nell'economia mondiale moderna, in conseguenza del suo controllo da parte dei governi che possono stampare il denaro su cui si basa.

Se la visione dei pagamenti al consumo di Bitcoin fosse corretta, l'aumento delle commissioni di transazione danneggerebbe l'adozione della rete, portando a uno stallo del prezzo o ad un suo calo, poiché la rete rimarrebbe relegata allo stato di mera curiosità. In un periodo in cui il prezzo di un Bitcoin ha raggiunto i 2.000$, questa sta diventando un’argomentazione sempre più insostenibile. Dal punto di vista del livello di regolamento, la crescente adozione di Bitcoin sta aumentando la sua liquidità a livello internazionale, consentendogli di competere con le valute di riserva globali per transazioni di importo sempre più rilevante, causando un aumento delle commissioni di transazione. Poiché questo processo continuerà in futuro, aspettatevi commissioni di transazione molto più elevate e una rete globale di transazioni in Bitcoin destinata a crescere in importanza.

- Saifedean Ammous