BITCOIN IN ITALIANO

BLOG


Prima gradualmente, poi all'improvviso

Traduzione dell'originale di Parker Lewis - Pubblicato il 26 lug 2019

Introduzione

Questa è la prima di una serie settimanale che ho deciso di scrivere sull'argomento bitcoin, ispirata dai miei amici Marty Bent e Saifedean Ammous. L'istruzione è un aspetto così critico di bitcoin e spero che, distillando i miei pensieri, possa aiutare gli altri ad accelerare il loro percorso nella comprensione di questo argomento complesso. Ho intitolato la serie Gradually, Then Suddenly. Come scrisse Hemingway : il percorso del fallimento, rappresenta anche sia il modo in cui le valute sostenute dal governo si iper-gonfiano sia come le persone arrivano a capire bitcoin (prima gradualmente, poi improvvisamente). Gli argomenti verteranno generalmente su bitcoin, ma includeranno anche la Fed e l'economia monetaria perchè queste storie sono profondamente intrecciate. Poichè cercherò di essere conciso, la serie comunicherà le mie principali conclusioni e opinioni piuttosto che presentare ogni dettaglio del reagionamento; la mia intenzione è fornire informazioni sul mio processo di pensiero e fornire una tabella di marcia nel caso in cui altri siano interessati a saperne di più. La mia speranza è raggiungere un pubblico più ampio (oltre a quelli che sono stati formativi nel mio viaggio) e aiutare le persone non avvezze a comprendere meglio perché molti di noi sono così concentrati sull'argomento bitcoin. Le opinioni presentate sono espressamente mie e non quelle di Unchained Capital o dei miei colleghi. Spero che ti piaccia e ti prego di fornire un feedback.

Bitcoin è denaro

O meglio, Bitcoin è diventato denaro (per me). È stato un processo lento che ha comportato lo sblocco di una serie di blocchi mentali lungo il percorso, ma è iniziato con la domanda: Che cos'è il denaro? Questo è l'inizio della vera tana del bianconiglio. Sostanzialmente, è la tana del bianconiglio che tenta di rispondere alla domanda: "perché porto in tasca il dollaro?" Perché centinaia di milioni di persone scambiano ogni giorno il loro sudato valore reale con questo pezzo di carta (o rappresentazione digitale)? È una domanda difficile da porre che sfocia in una ancora più difficile risposta, qualcosa che ho capito è che ognuno deve avvicinarsi a modo proprio, sulla propria linea temporale e guidato dalle proprie esperienze di vita. Le persone devono essere interessate a questa domanda per poter persino iniziare a capire il bitcoin.

Che cos'è il denaro? Questo è l'inizio della vera tana del bianconiglio

Per me, il percorso ha coinvolto prima di tutto capire perché l'oro era denaro. Ciò ha comportato la comprensione delle proprietà uniche che hanno reso qualcosa una forma di denaro migliore o peggiore e cosa ha differenziato il denaro come un bene economico unico rispetto alla maggior parte degli altri tipi di beni economici. Leggere The Bitcoin Standard è stato formativo per esplorare le domande, non come un vangelo ma piuttosto come una base per pensare alla formulazione del problema. Quando ho applicato quella base di conoscenza alle mie esperienze di vita e alla mia comprensione del sistema finanziario esistente e dei suoi difetti, solo allora ha cominciato a diventare intuitivo. E questo è qualcosa che può essere evidente (che bitcoin è intuitivo come il denaro) per coloro che hanno passato anni a pensarci in relazione ai principi monetari, ma è anche vero che bitcoin non è intuitivo. Non è molto intuitivo finché non lo diventa e poi, nel tempo, diventa iper-intuitivo. Prima gradualmemte, poi all'improvviso.

Come parte del mio processo, ho trovato utile considerare bitcoin in relazione a due concetti: l'oro e il sistema finanziario del dollaro. A (bitcoin) condivide le proprietà di B (rispettivamente oro o dollaro). A è migliore di B? Perché ciò che fa guadagnare qualcosa non è un assolutismo; è una scelta tra immagazzinare valore in un mezzo o in un altro, scendendo sempre a compromessi. Senza capire i difetti del sistema finanziario esistente (sia esso dollaro, euro, yen, bolivar, peso, etc.), non sarei mai potuto arrivare a comprendere bitcoin come denaro digitale, fuori dallo spazio fisico.

Mentre lavoravo in Deutsche Bank durante la crisi finanziaria, non avevo una visione di base per capire cosa stesse realmente accadendo. Dieci anni dopo, e dopo aver lavorato nel mondo delle ristrutturazioni e in un macro hedge fund, solo allora ho iniziato a sviluppare una comprensione più chiara di ciò che era realmente accaduto nel 2008 e nel 2009. Attraverso la mia ricerca sulla grande crisi finanziaria, la Fed e in particolare l'impatto del quantitative easing (QE - vedi qui), sono giunto alla conclusione che il problema principale era che il sistema finanziario era stato indebitato di circa 150 a 1 (troppo debito e troppo pochi dollari) e che il livello folle di leva finanziaria è stato reso possibile solo in funzione della politica della Fed che aveva costantemente impedito la riduzione dell'indebitamento a livello di sistema nel corso dei tre decenni precedenti la crisi. Inoltre, è apparso evidente che la "soluzione" (quantitative easing) ha semplicemente causato la metastasi di un sistema di credito insostenibile nei successivi dieci anni, rendendo inevitabile il futuro QE. Mi sono convinto che, indipendentemente dal fatto che bitcoin sopravviva o meno, il sistema finanziario esistente sta lavorando sul tempo preso in prestito e che in un modo o nell'altro, qualcosa di diverso dallo status quo sarà l'inevitabile percorso da seguire.

Poi ho capito le implicazioni dell'offerta fissa di bitcoin. Sviluppare una comprensione di come e perché ciò sia possibile è la base per comprendere bitcoin come denaro. Ciò richiede un investimento personale significativo per capire come gli incentivi economici sono intrecciati con l'architettura tecnica di bitcoin e perché bitcoin non può essere "falsificato" o copiato (o meglio, perché gli incentivi sono così forti per cooperare e perché il costo dell'opportunità è troppo alto per rinunciarvi). È una strada lunga, ma alla fine porterà a comprendere che una rete globale di attori economici razionali, operanti all'interno di un sistema valutario volontario e opt-in, non formerebbe collettivamente e in modo schiacciante un consenso per svalutare la valuta che hanno tutti indipendentemente e volontariamente determinato a utilizzare come riserva di ricchezza. Questa realtà (o sistema di credenze) quindi sostiene e rafforza gli incentivi economici, l'architettura tecnica e l'effetto di rete di bitcoin.

Quindi non è semplicemente che il software impone che ci saranno solo 21 milioni di bitcoin; è capire perché quella politica monetaria è credibile e resiliente e come bitcoin raggiunge una scarsità verificabile. Questo non può accadere dall'oggi al domani per nessun individuo. Non può essere spiegato a qualcuno a un cocktail party. È una realtà che si rafforza nel tempo solo sperimentando la struttura incentivante e vedendola funzionare più e più volte, ogni 10 minuti (in media). Se paragonato a come funziona il sistema del dollaro o anche alle basi dell'oro, bitcoin come denaro diventa più intuitivo.

Bitcoin esiste come soluzione al problema del denaro, cioè il QE globale

In sintesi, quando si cerca di capire bitcoin come denaro, si inizia a capire l'oro, il dollaro, la Fed, l'allentamento quantitativo e il motivo per cui l'offerta di bitcoin è fissa. Il denaro non è semplicemente un'allucinazione collettiva o un sistema di credenze. Bitcoin esiste come soluzione al problema del denaro, cioè il QE globale e se ritieni che il deterioramento delle valute locali in Turchia, Argentina o Venezuela non possa mai accadere al dollaro USA o ad un'economia sviluppata, siamo semplicemente a un punto diverso sul stessa curva. Bitcoin rappresenta una struttura fondamentalmente diversa e un percorso più resiliente per il futuro, ma devi capire dove siamo stati e come siamo arrivati qui per sapere dove stiamo andando.

Hayek descrive il meccanismo dei prezzi come il più grande sistema di distribuzione della conoscenza nel mondo (The Use of Knowledge in Society). Quando l'offerta di moneta viene manipolata, distorce i meccanismi di determinazione dei prezzi globali i quali comunicano informazioni "cattive" in tutto il sistema economico. Quando tale manipolazione si protrae per 30-40 anni, si creano enormi squilibri nell'attività economica sottostante, che è dove ci troviamo oggi. In definitiva, il fallimento dell'oro è stato causato dal dollaro e il fallimento del dollaro è da attribuirsi alla distorsione economica che ha portato e che è stata esacerbata dal QE. La promessa di Bitcoin è la soluzione a entrambi i problemi.
Poiché l'offerta di bitcoin è fissa e non può essere manipolata, alla fine diventerà il meccanismo di determinazione dei prezzi più affidabile al mondo e, di conseguenza, il più grande sistema di distribuzione della conoscenza. La volatilità a cui assistiamo oggi non è altro che il percorso logico della scoperta dei prezzi man mano che l'adozione aumenta di ordini di grandezza mentre avanziamo verso quello stato futuro di adozione su scala globale.

Gli economisti dell'establishment deridono il fatto che il bitcoin sia volatile come se si potesse passare da qualcosa che non esisteva a una forma stabile di denaro dall'oggi al domani, è completamente ridicolo.

- Parker Lewis